Perché investire in Romania ? scopri le reali opportunità nel Aprire una società con partita Iva in romania

Investire in Romania, sia che si tratti di investimenti puri immobiliari, di terreni agricoli, o di sedi produttive o altro, è sicuramente vantaggioso da molti punti di vista, costi, tassazione, lingua……sempre tutto un evergreen.

Nel particolare investire in Romania significa costituire Società Produttive, di Assemblaggio, di import-export, di E-commerce, di Consulenza ServiziAziende Agricole.

In tutte queste casistiche I Professionisti che seguono gli investimenti devono agire nel rispetto delle norme per non cadere in Esterovestizione o svolgere attività in altri Stati dando vita a Stabili Organizzazioni, con piani di fattibilità adeguati e personalizzati.

Perchè Investire in Romania costituendo una Società

perchè investire in romania

Prima di considerare le società in Romania, analizziamo i vantaggi di Investire in Romania:
  • la tassazione ridotta 1-16%
  • la tassazione è unica e non esiste Irap, Ires o altro
  • incentivi nazionali e europei parzialmente rimborsabili
  • costi forza lavoro inferiore del 30/40%
  • non esiste TFR
  • costi minori di energetici del 20%
  • rischio paese molto basso
  • lingua molto facile
  • possibilità di JointVenture
  • possibilità di partnership
  • produzione per mercati esteri o locali
  • commercio al dettaglio, ingrosso o distribuzione
  • lingue parlate rumeno, italiano, inglese
  • opportunità immobiliari a rendita e non
  • opportunità di terreni agricolo per ferme agricole o come investimenti

Le tipologie di società sono molto simile a quelle italiane, difatti esistono le S.R.L. con la stessa dicitura S.r.l. e S.p.a. denominate S.A., quest’ultime possono essere anonime o al portatore e hanno costi differente e vantaggi differenti, per quanto riguarda le società di capitali, ditte individuali e società a nome collettivo sono molto meno utilizzate, per questioni di responsabilità e di tassazione differente.

  • 9.700 euro per aprire partita iva in Romania e Vies per una S.r.l., per operazioni Intracomunitarie, il capitale sociale rimane subito a disposizione dell’azienda.
  • 20.000 euro circa (a seconda del cambio) per aprire partiva iva in Romania e Vies per una S.a., per operazioni Intracomunitarie, il capitale sociale rimane subito a disposizione dell’azienda.

Microimpresa

sino a 1.0 milioni di euro di ricavi

  • 1-3% sui ricavi incassi in relazione 1-0 dipendenti
  • 5% tax sui dividendi al secondo anno (a seconda della partecipazione e della legge sulle doppie imposizioni con alcuni paesi 0%)

Ordinaria

superiore a 1.0 milioni di ricavi o per scelta

  • 16% sugli utili (ricavi-costi)
  • 5% sui dividendi al secondo anno (a seconda della partecipazione e della legge sulle doppie imposizioni con alcuni paesi 0%)

Incentivi Nazionali e Fondi Europei per Investire in Romania

Investire in Romania con fondi europei?

Altra importante occasione per gli imprenditori che decidono di investire sono gli incentivi economici

  • Fondi Nazionali
  • Fondi Europei

I primi , sono di diverse tipologie e riguardano differenti categorie o start-up, vengono lanciati durante l’anno in base al budget

  • sono di valore contenuto con un max di 100 mila euro alla volta
  • spesso sono al 90% non rimborsabili

I secondi, sono in relazione ai vari Assi di Priorità, di categoria e di valore economico, solitamente sempre molto più importanti di quelli Nazionali.

  • il valore varia a seconda delle categorie a cui sono dedicate da 200 mila euro a 5.0 milioni di euro
  • non rimborsabili a seconda delle regioni in cui risiede legalmente la società, da 40% sino al 90% in alcuni casi eccezionali, diciamo che la media è del 60/70% non rimborsabile.

Nel caso dei Fondi Europei il valore del fondo lanciato indica la parte sostenuta dall’Europa nella specifica regione per lo specifico Progetto.

Un esempio per fare chiarezza. Se il fondo è di 1.0 milioni di euro e il non rimborsabile è il 70%, significa che:

  1. l’Europa porrà a disposizione del progetto 1.0 milioni di euro pari al 70%
  2. l’Investitore porrà a disposizione del Progetto 300 mila euro pari al 30%
  3. Il Valore totale del Progetto sarà di 1.3 milioni di euro

dopo la presentazione del Progetto, l’Eleggibilità, l?Approvazione, ci sarà la sottoscrizione del Contratto di Finanziamento, momento nel quale l’Investitore dovrà dimostrare di avere in disponibilità il 30% del valore del Progetto, somma che non dovrà essere bloccata a garanzia.

Esempio, se il progetto riguarda l’acquisto di macchinari, ogni qualvolta ne giunge uno, della fattura il 70% ne farà fronte il Fondo Europeo il 30% l’Investitore.

Ogni Fondo avrà un regolamento e delle norme che dovranno essere rigorosamente rispettate.